CONCORSO MUSICALE


DOREMIFASUD-CONTAMINAZIONI CULTURALI 2022

Concorso musicale

6/8 maggio 2022

Concluse al C.I.Q. di Milano le finali del concorso musicale 

Lotta all’ultimo voto quest’anno fra i nove semifinalisti (i selezionati erano dieci ma uno non ha potuto essere presente) per accedere alla finale e poi, fra i quattro finalisti, per il podio. La lotta, per verità, è stata tutt’altro che aggressiva e si è svolta in un’atmosfera molto amichevole e rilassata, lasciando alla fine tutti, vincitori e vinti, soddisfatti di aver partecipato. È però vero che mai come quest’anno la vittoria si è giocata sul filo di lana. La qualità dei selezionati per le fasi finali era non solo elevata come nelle precedenti edizioni ma anche molto livellata, tanto che le classifiche sono state determinate da scarti di voti molto ridotti. A contribuire a rendere più difficili i giudizi e i confronti è stata anche la grande varietà dei generi musicali rappresentati, che spaziavano dalla musica tradizionale mediorientale al jazz, dalla canzone popolare sudamericana al rap, dai ritmi brasiliani all’afrobeat, il tutto all’insegna della contaminazione di generi e di culture.
Come sempre il voto della giuria (prevalente) era bilanciato da quello del pubblico e in qualche caso quest’ultimo è risultato determinante. La giuria, che ha svolto il suo compito con grande impegno e professionalità e mettendoci anche una buona dose di entusiasmo era composta dai musicisti Sandro Joyeux (Francia), Kal dos Santos (Brasile), Paul Pelé (Camerun), Nicola Arata (Italia) e dalla giornalista Claudia Mazzucco (Italia). Tutti i musicisti, presentati come nelle precedenti edizioni da Olivier Ewangoli, hanno eseguito alcuni brani e hanno risposto alle domande della giuria o del pubblico.
Questa la classifica della finale:
1° classificato GAFAROV ENSEMBLE
2° classificato TREN DEL SUR
3° classificati a pari merito TOMMY KUTI e NABIL HAMAI

 

Gafarov Ensemble

Tren del Sur

Tommy Kuti

Nabil Hamai

14 maggio 2022

Sezione “TALENTI EMERGENTI” del concorso 

A una settimana di distanza dalle finali di Milano del concorso musicale si è svolta a Novara la finale della sezione “NUOVI TALENTI” dedicata agli under 35, introdotta da quest’anno nel nostro concorso. L’evento si è tenuto allo Spazio Nova ed è stato organizzato dall’associazione Ri-Nascita.

Purtroppo due defezioni dell’ultima ora hanno ridotto da quattro a due i finalisti presenti. Ciononostante la serata è stata un successo e raccolto il consenso entusiasta del pubblico, grazie soprattutto alla simpatia, alla comunicativa e alla bravura musicale dei due finalisti, che erano:

la cantante di origine ivoriana AMY DIABI

il gruppo rap senegalese BLAQKASH

Il pubblico ha tributato a entrambi calorosi e meritati applausi, il voto della giuria ha premiato Amy Diabi, che ha presentato delle cover e dei brani da lei composti ed è stata apprezzata sia per la qualità della voce sia per le sue doti di autrice. Al di là del risultato ciò che conta è che con entrambi i concorrenti gli organizzatori del concorso si sono proposti di creare nuove occasioni di incontro, a conferma del fatto che alla base della mission di DOREMIFASUD-Contaminazioni culturali non c’è solo l’ambizione di scoprire nuovi talenti ma anche la volontà di seguirli, incoraggiarli e sostenerli perché possano far conoscere la propria attività artistica.

Alla successo e alla piacevolezza della serata hanno contribuito le musiche eseguite da un bravo trio di giovani jazzisti di Novara. 

 

26 aprile 2022

Selezionati i finalisti dell’edizione 2022

Si sono conclusi i lavori della Commissione artistica incaricata di selezionare i finalisti dell’edizione 2022 del concorso che si confronteranno dal 6 all’8 maggio sul palco del C.I.Q. di Milano. Anche quest’anno, forse ancor più che nelle passate edizioni, il livello qualitativo dei candidati è risultato particolarmente elevato, ciò che non ha facilitato il compito della Commissione. Si è deciso, proprio per questo motivo, di portare a 10 il numero dei finalisti, rispetto agli 8 che erano previsti. Malgrado questo siamo sicuri che siano rimasti esclusi dalla selezione molti musicisti che pure avrebbero potuto ben figurare. E’ inevitabile che sia così e invitiamo tutti a ripresentarsi anche alle prossime edizioni. Tutti i brani inviati dai candidati sono stati attentamente ascoltati e valutati dai membri della Commissione e dagli organizzatori del concorso, entrando a far parte di un archivio della musica meticcia e migrante italiana a cui attingere anche per future manifestazioni.

I dieci selezionati si confronteranno nelle due semi-finali di venerdì 6 e sabato 7 maggio. Ogni serata saranno scelti con voto della giuria e del pubblico due di loro. I quattro finalisti si confronteranno nella serata di domenica 8 maggio, al termine della quale saranno proclamati i vincitori.

Ecco i nomi dei semi-finalisti che si esibiranno rispettivamente il 6 e il 7 maggio.

VENERDI 6 maggio 2022

Gafarov Ensemble

Il gruppo, diretto dal Maestro Fakhraddin Gafarov,  suona un repertorio di musiche raccolte in diversi paesi medio orientali tra i quali Azerbaijan, Iran, Turchia, Afghanistan e nell’area dei Balcani, attingendo anche al patrimonio ricchissimo della musica rom.

Tommy Kuti

Italiano di seconda generazione, il giovane rapper ha saputo inserirsi con successo nel panorama hip hop contemporaneo. Con uno stile musicale eterogeneo alterna brani basati su rime che trattano temi importanti come il razzismo e l’integrazione con altri più ritmati e ironici in cui rivela le sue capacità di intrattenitore.

Cico & Mama Afrika

Mama Afrika è il progetto principale di Cico, artista internazionale e polivalente, che si è esibito in molti paesi del mondo. Le sue canzoni sono inni di libertà, i concerti della band sono viaggi fra generi diversi che uniscono tratti tipici di reggae, punk, rap, ska, samba, funk, rumba e rock dando luogo a un vitale incrocio fra culture, lingue ed emozioni diverse.

La famiglia Nelson

Il gruppo di musica tradizionale cubana diretto dal Maestro Nelson Rodriguez, diplomato all’Havana negli anni Ottanta, ha portato a Milano i suoni, i ritmi e i colori della isla feliz.

Jambow Jane

Jambow Jane è un gruppo nato nel 2012 a Riva del Garda, inizialmente costituito da 5 membri di una stessa famiglia brasiliana trasferitasi in Italia e successivamente arricchitosi con altri apporti. Il loro sound mischia diverse sfumature di colori senza inquadrarsi rigidamente in un unico genere. Con le loro canzoni in portoghese, italiano e inglese intendono stabilire ponti fra diversi mondi e culture.

 

SABATO 7 maggio 2022

Tren del Sur

Il gruppo, costituito da musicisti provenienti da Cuba, Messico, Perù e da due italiani reinterpreta in modo molto personale le sonorità tipiche mondo ispano-americano utilizzando creativamente ritmi come danzòn, cumbia, son cubano, festejo, joropo, guaracha, habanera, tango, guaguancò.

Sinedades

La voce di Erika Boschi e la chitarra di Agustin Cornejo si intrecciano per comporre melodie e raccontare storie che evocano un mondo di fantasia, dove si fondono i continenti delle loro origini in un linguaggio che mescola il folk europeo con i ritmi sudamericani.

Nikuze Bonfils

Nikuze Bonfils, in arte “Bobona”, è un cantante del Burundi che attualmente vive in provincia di Bergamo. Nelle sue canzoni, cantate per lo più in kirundi, sua lingua madre, affronta temi impegnati come il razzismo così come argomenti più personali e sentimentali. La sua voce e la sua musica sono radicate nella cultura del suo paese, di cui mantengono l’influenza e il colore.

Nabil Hamaj

Figlio d’arte di un grande suonatore algerino di “Qanun” e maestro di musica arabo-andalusa, Nabil si é trasferito in Italia nel 2009 per proseguire i suoi studi presso il Conservatorio Giuseppe Verdi di Torino, dove si è diplomato nel 2017. Attualmente alterna l’attività concertistica con quella di docente. Nella sua musica influenze classiche si uniscono alle sonorità e ai ritmi tipici della sua terra.

Francesco Riotta & Ameth Sissokho

Francesco Riotta e Ameth Sissokho si definiscono due “glocal”, uno di Palermo e uno di Dakar. Incontratisi a Parigi nel corso degli anni hanno creato un ponte musicale che ha dato a questo affiatato duo la possibilità di esibirsi tra Palermo e Parigi, continuando a collaborare per far crescere la loro idea di musica meticcia.

DOMENICA 8 maggio 2022

A partire dalle 21 si confronteranno sul palco i quattro concorrenti selezionati nelle serate precedenti.

Saranno sempre i voti congiunti di giuria e pubblico a decretare i nomi del vincitori a cui andranno assegnati i premi.

La Giuria è presieduta  da Sandro Joyeux ed è composta da Claudia Mazzucco, Paul Pele, Kal Dos Santos e Nicola Arata.

Sandro Joyeux, ospite d’onore del festival, è musicista giramondo, che getta un ponte tra la canzone francese e i ritmi del mondo, mescola musica di viaggi, di danza e di condivisione. I suoi concerti sono viaggi attraverso i ritmi del deserto e le strade polverose del West Africa, le banlieue parigine e il reggae dei ghetti giamaicani.

Presentatore delle tre serate è Olivier Ewangoli

 

IL CONCORSO

Il concorso musicale nasce dal desiderio di contribuire attraverso la musica, un linguaggio universale capace di superare barriere culturali e linguistiche, alla conoscenza reciproca e all’amicizia fra persone provenienti da mondi diversi.
Intende quindi in particolare:

– favorire lo scambio culturale e l’integrazione fra la nostra società e le persone provenienti dal Sud del mondo che vivono in Italia, stimolando attività musicali che uniscono le rispettive culture
– incoraggiarne i musicisti di diverse culture residenti in Italia, offrendo loro, con la possibilità di esibirsi su un palco e l’opportunità di farsi conoscere dal pubblico e dagli operatori del settore, un valido supporto promozionale
– incoraggiare la formazione di gruppi misti nord/sud, nella convinzione che il cosiddetto meticciato sia un fattore di arricchimento culturale e artistico
– scoprire nuovi talenti, fornendo loro, attraverso i premi in denaro, anche un aiuto economico.

A CHI SI RIVOLGE

Possono partecipare al concorso:

  • musicisti singoli o gruppi musicali provenienti dai paesi appartenenti al Sud del mondo, definizione in cui si è soliti includere tutta l’Africa, l’America Latina, l’America Centrale, l’India e il Sud-est asiatico.
  • gruppi in cui siano presenti anche musicisti italiani purché sia significativa la partecipazione di artisti del Sud del mondo

I PREMI 

Il concorso ha un monte premi di 3200 € che saranno così suddivisi:

1° classificato                                    1200 €

2° classificato                                    800 €

3° classificato                                    400 €

3° classificato a pari merito           400 €

sezione TALENTI EMERGENTI

                                       1° classificato                                    400 €                                        

Gli 8 partecipanti selezionati per le semifinali e i 4 finalisti della sezione TALENTI EMERGENTI riceveranno un rimborso spese forfettario di 100 €/cad

 

Scroll to top